Ciao benvenuto in consiglioweb.com nell’area consiglio contabile principianti, oggi voglio parlarti dei ratei attivi e passivi, ti daro’ una spiegazione semplice, semplice.

Alcuni argomenti scolastici di ragioneria non sono sempre facili da capire, specialmente se sei uno studente alle “prime armi”, mi ricordo che queste definizioni contabili erano “ostrogoto” quando avevo la tua eta’, praticamente le imparavano a memoria gran parte degli studenti senza capirne effettivamente il significato, vedrai che quando li incontrerai nella pratica quotidiana sara’ tutto piu’ chiaro e comprensibile.

Passiamo subito alla spiegazione. Forse poi mi ringrazierai!

Sai che ogni anno di solito al 31.12 devi chiudere il tuo Bilancio annuale: composto da Conto Patrimoniale (Entrate/Uscite) e Conto Economico (Costi/Ricavi) nel quale devi imputare i relativi costi e ricavi per competenza per determinare poi l’utile o la perdita’ di esercizio, fin qui siamo d’accordo vero?

Ci sono delle operazioni a cavallo tra un esercizio contabile e l’altro che hanno la loro natura finanziaria (uscita o entrata monetaria) nell’esercizio seguente o in quelli sucessivi, pero’ il relativo costo o ricavo e’ riferito all’anno precedente es.: spese delle bollette, interessi su pagamenti, spese bancarie, interessi su finanziamenti mutui, cedole obbligazionarie. In questo caso devi determinare la quota di costo o ricavo che si riferisce all’esercizio che devi chiudere, per rispettare il principio della competenza economica.

Esempio:    interessi passivi semestrali su finanziamento pagati al 31.03 (l’effettivo esborso finanziario sotto l’aspetto numerario si ha in via postipata in data 31.03.xx+1) pero’ dovrai determinare il costo relativo all’esercizio che devi chiudere.

rateo-passivo-attivo-grafico

Pertanto dovrai determinare la quota da imputare nel Conto Economico al 31.12.xx e precisamente la parte da 01.10-31.12.xx) dovrai calcolarti i giorni dal 01.10 al 31.03, dividere il costo totale per il numero giorni totali e moltiplicarlo per i gg dal 01.10 al 31.12  (92 gg) questo e’ il RATEO.

Il risultanto andra’ in Conto Economico con una semplice scrittura di “assestamento”.

31.12             COSTO (interesse pass.)  a RATEO PASSIVO

se fosse un ricavo invece sarebbe:    RATEO ATTIVO a RICAVO (interesse attivo)

Il costo sara’ poi stornato nell’anno xx+1 in data 01.01 all’apertura del bilancio con la scrittura inversa   RATEO PASSIVO A COSTO in modo che andra’ in conto economico solo la parte rimanente quella  dal 01.01 al 31.03 la parte di competenza effettiva del nuovo esercizio. Stessa cosa per il ricavo RICAVO A RATEO ATTIVO.

I mastrini ratei si chiuderanno e andranno a zero, il costo e il ricavo andranno nella colonna opposta costo (avere) ricavo (dare) sezione inversa alla loro natura principale di conto economico, in quanto devono andare per differenza quando andrai a rilevare l’intero costo/ricavo al 31.03.

Spero di esserti stata d’aiuto se hai bisogno di altro non esitare a chiedere! Vuoi leggere anche questo articolo sui risconti attivi e passivi Risconti attivi e passivi spiegazione semplice. Continua a seguirmi.

Ciao!

Milena M.

Leggi anche questo articolo potrebbe interessarti http://www.consiglioweb.com/documento-di-trasporto-ddt-d-d-t/

 

RATEI ATTIVI PASSIVI SPIEGAZIONE SEMPLICEMilenamconsiglio contabilecontabilitaCiao benvenuto in consiglioweb.com nell'area consiglio contabile principianti, oggi voglio parlarti dei ratei attivi e passivi, ti daro' una spiegazione semplice, semplice. Alcuni argomenti scolastici di ragioneria non sono sempre facili da capire, specialmente se sei uno studente alle 'prime armi', mi ricordo che queste definizioni contabili erano 'ostrogoto' quando...CONSIGLIO WEB consiglio utile, consulenza online per azienda, consiglio contabile, web, consiglio generale per lavorare meglio.
Se ti e' piaciuto ti invito a condividere. Grazie