Concorrenza Amazon Black Friday – come competere

Quali sono le “armi” che ci permettono di competere contro i grandi colossi commerciali, contro la concorrenza Amazon o degli altri marketplace online?

Leggo spesso nei Social, post che criticano i piccoli commercianti perché non hanno in negozio tutti i prodotti disponibili oppure hanno tempi di consegna lunghi rispetto ad Amazon oppure il servizio non soddisfa completamente il cliente.

Amazon non è sempre competitivo come si pensa, a volte si trovano prezzi inferiori in alcuni altri siti online o nelle grandi catene distributive commerciali.

Concorrenza Amazon è una minaccia

La concorrenza Amazon purtroppo si sente parecchio, molti negozi hanno cessato attività perché non si sono adeguati a quella che è l’evoluzione del commercio digitale, soprattutto i negozi tradizionali che non avevano prodotti “forti” per conquistare i clienti.

Ci sono poi altre cause che si aggiungono a questo: un’eccessiva tassazione, burocrazia, la concorrenza sleale, la manodopera a basso costo.

E’ inutile criticare i commercianti e piccoli artigiani perché non hanno la disponibilità di certi prodotti.

Consideriamo la dimensione di un piccolo negozio e confrontiamola con la dimensione e la struttura enorme come Amazon, credo che una considerazione sia più che ovvia, non si può fare un paragone, come fa un piccolo a competere contro un grande Colosso?

Non riuscirà a competere per lo stesso tipo di prodotto a meno che non sappia sfruttare i canali digitali, la pubblicità offline, i motori di ricerca, non sappia anticipare la concorrenza, portando in evidenza la qualità del prodotto e un servizio impeccabile.

Il negoziante farà le scelte di prodotto che reputa migliori per avere più riscontro nelle vendite e margini più alti, non può permettersi di tenere tutto, farà delle scelte aziendali di convenienza.

Amazon Black Friday e Cyber Monday

Ogni occasione di business estera per vendere, ormai viene sfruttata anche da noi, certe giornate come il BLACK FRIDAY e CYBER MONDAY sono diventate ormai un appuntamento fisso anche in Italia, sono utilizzate in tutti gli ambiti per incentivare le vendite, quindi non solo nell’ambito tecnologia.

E’ utile sfruttare questo meccanismo nelle vendite commerciali. Certe ricorrenze sono da pianificare in anticipo con azioni precise.

Come competere contro la concorrenza Amazon.

E’ importante conoscere in anticipo certi trend, capire quali sono le richieste da parte dei potenziali clienti e cosa gira attorno agli interessi della gente.

I canali web, gli influencer Youtuber, chi fa recensioni, posso essere d’aiuto ai piccoli imprenditori per orientare le loro scelte di offerta al pubblico sulla base delle numerose richieste online.

In un sistema ad alta competitività, è importante agire prima degli altri, sapere acquistare a prezzi vantaggiosi e dare un servizio, un prodotto, un’assistenza a prezzi competitivi.

E’ difficile certo, bisogna sviluppare una strategia che consideri l’analisi del trend di prodotto.

L’imprenditore in questo caso deve guardare cosa viene proposto in giro.

Quali sono le maggiori proposte commerciali, cosa cerca maggiormente la gente?

Noi possiamo darti i suggerimenti giusti attraverso le nostre analisi periodiche.

Produrre e commerciare in base alle richieste

Il piccolo commerciante da solo, non riesce a competere con i grandi colossi, ha bisogno di un aiuto esterno: delle figure di riferimento che sanno sfruttare le analisi del Web, le analisi di ricerca e abbiano competenze digitali a 360 gradi, in modo da proporre la soluzione giusta, nel momento giusto per il prodotto giusto che è Trend del momento e dare indicazioni sulle preferenze dei clienti.

Il piccolo deve adeguarsi all’online, al marketing di prossimità che opera su aree delimate e vicine, allo scopo di promuovere la vendita di prodotti e servizi nella propria zona nel momento più apportuno.

Dovrà attivarsi attraverso SEO locale, nazionale, il retargeting, la fidelizzazione del cliente attraverso carte di fedeltà o attraverso la creazione di canali dedicati Web per fare conoscere le proprie offerte periodicamente o per ricevere feedback.

Ci sono canali di comunicazione dedicati che sono ancora poco sfruttati.

Il negozio tradizionale deve puntare a migliorare i servizi e l’assistenza al cliente considerando soprattutto l’aspetto umano ed empatico, dando una soluzione più veloce possibile al cliente.

Combattere Amazon con l’empatia e il rapporto di fiducia

Il punto su cui i negozi, i centri commerciali devono focalizzarsi è l’attenzione al bisogno del cliente, l’usabilità di certe applicazioni o strumenti, l’aiuto in loco, il feedback cliente, tutto quello che il concorrente online “freddo” non può dare come valore aggiunto.

Non parlo quindi di servizi standard ma di servizi a valore aggiunto, con un’assistenza puntuale, la riparazione veloce, il noleggio in caso di problemi è un esempio, non è quindi solo la fornitura di un prodotto ma è tutto ciò che gira attorno al prodotto e alla soddisfazione del bisogno del cliente.

L’aspetto umano delle persone faranno la differenza così come il rapporto di fiducia che si alimenterà nel tempo.

Il negoziante diventerà un punto di riferimento fisso per il cliente.

Deve trovare la sua nicchia, una nicchia che si specializza in determinato prodotto e servizio che saprà sicuramente competere contro i grandi colossi proprio perché è unica, proprio perché l’imprenditore si è specializzato.

Il negozio offline offre una varietà di prodotti immediata che non trovi nello store online, di solito chi va nello store sa già cosa vuole acquistare e non ha la possibilità di vedere e confrontare tutto, nello stesso momento, come nel tradizionale.

Riflessioni sulla concorrenza Amazon.

Perché Amazon spesso vince?

Perché si acquista direttamente in Amazon senza guardare altri siti o cercare in negozio?

Amazon fidelizza il cliente e “droga” il cliente attraverso il marketing online, sa sempre proporgli quello che il cliente cerca in base alle ricerche recenti effettuate.

Si acquista da Amazon per velocità e garanzia sul prodotto in maniera compulsiva, senza verificare effettivamente se c’è una vera convenienza.

Suggerimenti per alcune attività tradizionali

Perché dovrei andare ad acquistare per esempio un viaggio in un’agenzia tradizionale anziché acquistarlo on-line in un sito di viaggi?

Perché ha delle soluzioni interessanti che magari non puoi conoscere online, dovresti perdere molto tempo a sfogliarti mete, prezzi, filtrare per esigenze ecc…  fare ricerche di siti garantiti, sicuramente online trovi ottime soluzioni a prezzi contenuti, ma non conosci il sito, non saresti il primo a lamentarti di essere stato truffato, magari non hai sempre il tempo di cercare.

A questo punto preferisci affidarti all’agenzia per sicurezza.

Il cliente fa una selezione in base: alla qualità, al prezzo, alla sua soddisfazione, alla fiducia, spesso la scelta non è solo questione di prezzo, si è disposti a spendere se il servizio ha un valore per il cliente.

Perché dovrei scegliere di acquistare un libro in libreria in anziché prenderlo on-line?

Ci sono ancora poche librerie esistenti, resistono per esempio ancora nei punti strategici all’interno dei centri commerciali, perché riescono ancora a vendere?

Perché la gente ama rilassarsi entrando in libreria, si mette a leggere, guarda le novità, le offerte 2×1 3×2.

La libreria rimane un punto di riferimento per concentrare tutta l’offerta in un unico contesto.

Spesso entrano con i bimbi per fare un giro e poi escono quasi sicuramente con un libricino acquistato!

Cercano un regalo da fare e possono leggerne in parte il contenuto, trovando il libro piu’ adatto per l’occasione.

Nell’online invece devi per forza sapere cosa prendere.

In questo caso c’è sicuramente un vantaggio nel negozio offline, anche se a volte la gente può leggere il libro, e decide in seguito di acquistarlo on-line per risparmiare, in questo caso cosa dovrebbe fare la libreria?

Dovrebbe dare la possibilità all’utente di acquistare il libro online per risparmiare, con eventuale consegna a casa magari accumulando sconti attraverso una scheda oppure riservando degli sconti per particolari ricorrenze.

Come fa un piccolo negozio di abbigliamento a competere contro l’online.

Attraverso la commercializzazione di capi prodotti che non sono facilmente reperibili on-line, non tutti hanno fisici perfetti per acquistare capi online, molti hanno quel chiletto in più in vita, sulle cosce, sul lato B e quindi necessitano di provare certi capi di abbigliamento, non tutti sono taglia 42!

Quindi in questo caso vendi il prodotto standard online oppure dai la possibilità di acquistare online a chi viene in negozio…  la tua abilità è quella di assistere il cliente che magari ha dei problemi fisici o di taglia, in questo caso puoi specializzarti per dare un servizio personalizzato che non si trova su Amazon.

Può proporre abiti e abbinamenti con oggettistica per creare la soluzione completa.

In questo caso sai esprimere la tua capacità attraverso la proposta di valore che sarà sicuramente apprezzata.

Tutti questi negozi dovranno avere un loro sito e-commerce online da poter utilizzare al bisogno o per comunicare al pubblico per azioni strategiche marketing, campagne a pagamento.

Amazon concorrenza: serve formazione del personale per competere

Un aspetto importante per dare un maggior valore ai piccoli negozi è la predisposizione verso il cliente, l’abilità di accoglierlo e aiutarlo con educazione, disponibilità ed empatia.

È un punto davvero molto importante per un’attività commerciale.

Ho scritto un post su LinkedIn a riguardo, oggi non si può avere un negozio, un punto di vendita in cui ci siano persone che non trasmettono voglia di lavorare e disponibilità.

Non si può giustificare una mancanza di educazione, una mancanza di aiuto, una mancanza di supporto, una mancanza di interesse al cliente.

Chi lavora in determinati ambiti a contatto con il pubblico dovrebbe avere una predisposizione naturale alla disponibilità, al sorriso e al contatto umano, all’empatia per creare una relazione di scambio.

L’argomento di oggi è un argomento molto delicato e difficile, ci sono settori che sopravvivono perché c’è richiesta di prodotto, attività che cessano perché non si sono innovate nel tempo e il prodotto è diventato obsoleto.

Secondo il mio punto di vista le persone che riusciranno a “salvarsi” saranno quelle che avranno una grande forza di carattere, uno spirito di sopravvivenza forte, non diventeranno “schiavi” di altre piattaforme, ma riusciranno a sviluppare e competere in ogni caso offrendo quel qualcosa in più che altri non sapranno dare.

Per fare questo saranno necessarie competenze digitali, perché ormai molte ricerche avvengono online e in futuro entro 15/20 anni saranno al 100% richieste online o tramite assistenti vocali e/o intelligenza artificiale.

La varietà, l’idea nuova, l’utilità, la relazione empatica ed educata, l’assistenza veloce, il prodotto particolare personalizzato, troveranno il loro piccolo spazio nel mercato perché in certe cose l’uomo non sarà mai sostituito al 100%, c’è ancora la necessità di alimentare il rapporto umano e ci sarà anche in futuro.

Quando tutto sarà digitalizzato e robotizzato ci sarà la necessità di ritornare ad affiancare la tecnologia al contatto caldo umano, avremo bisogno di questo.

Sicuramente molte professioni saranno sostituite, ma molte altre professioni nasceranno in seguito alle nuove tecnologie. Spero di averti dato qualche spunto interessante per migliorare.

A disposizione per la tua strategia commerciale.

Leggi anche:

Analisi posizionamento brand; posizionamento prodotto sul mercato

https://www.consiglioweb.com/wp-content/uploads/2019/11/Concorrenza-Amazon-Black-Friday-come-competere.pnghttps://www.consiglioweb.com/wp-content/uploads/2019/11/Concorrenza-Amazon-Black-Friday-come-competere-100x100.pngMilena Martinatoconsiglio webconsulenza aziendale,social network,strategia aziendale,web marketingConcorrenza Amazon Black Friday - come competere Quali sono le 'armi' che ci permettono di competere contro i grandi colossi commerciali, contro la concorrenza Amazon o degli altri marketplace online? Leggo spesso nei Social, post che criticano i piccoli commercianti perché non hanno in negozio tutti i prodotti disponibili oppure hanno...Consiglio Web - consigli web - consulenza aziendale - consulenza analisi indici di bilancio - consulenza strategica  - strategia web marketing a 360° - posizionamento SEO internazionale - protezione dati GDPR
Se ti e' piaciuto ti invito a condividere. Grazie