Assetti societari: adeguati assetti e responsabilità

Parliamo di assetti societari e assetti per prevenire la crisi d’Impresa e insolvenza “l’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale.” (Art. 2086 del c.c. al 2 comma).

La mancata adozione di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili espone l’organo gestorio e coloro che sono deputati al controllo del suo operato ad una responsabilità nei confronti dei terzi, soci inclusi, per non avere perseguito l’interesse sociale attraverso misure di prevenzione.

Pertanto vi è una responsabilità personale se non si attivano queste misure di monitoraggio preventivo.

Gli assetti organizzativi amministrativi contabili come opportunità

Tali assetti non dovrebbero essere considerati come la solita imposizione burocratica inutile che “bisogna fare per forza”, o un ulteriore aggravio dei costi e nemmeno dovrebbero essere adottati per il solo timore della responsabilità individuale, ma dovrebbero essere visti come un’opportunità per le aziende di acquisire una maggiore conoscenza delle proprie dinamiche aziendali, percependo le potenzialità e migliorando poi l’efficienza e l’incremento della produttività, quindi la marginalità.

Più si scende in dettaglio nell’analisi, maggiori saranno i benefici in termini di ottimizzazione delle risorse disponibili.

Gli assetti societari sono necessari per tutte quelle aziende che vogliono migliorare con consapevolezza e sicurezza, sapendo governare la propria crescita e sapendo quali sono i rischi nel medio, lungo termine, prevedendo anche gli scenari peggiori.

Assetti societari per misurare performance e risultati

Crescere significa innovarsi, investire ed esporsi finanziariamente verso terzi, considerare anche periodi di contrazione finanziaria per effetto di un minore cash flow transitorio, con la previsione certa di superare queste situazioni a determinate scadenze prestabilite, per effetto dei risultati che si otterranno.

E’ fondamentale sapere pianificare i flussi finanziari per capire come agire, non solo prevenire la Crisi. Ecco che non è sufficiente analizzare solo una fotografia del passato, non basta il solo presente, ma è necessario ipotizzare scenari differenti di maggiore rischio per capire se la struttura aziendale può reggere nel corso del tempo.

Assetti amministrativi e contabili per simulazione di scenari

Prevedere consiste anche effettuare simulazioni:

  • cosa succederebbe se assumessimo due/tre persone, che impatto avrebbe nell’azienda e negli indici di bilancio e se diminuisse il fatturato di un 5%?
  • Cosa succederebbe se facessimo un finanziamento per acquistare dei beni in leasing, quali sarebbero le esposizioni e debiti finanziari da sborsare nel tempo e che impatto avrebbero gli oneri finanziari nella gestione? Abbiamo una PFN negativa?
  • Possiamo utilizzare i crediti d’imposta anziché pagare le scadenze fiscali e quanta cassa potremmo generare ricorrendo alla compensazione?
  • Riusciamo a ripagare i debiti e gli oneri tra un anno, due, e se facessimo dei lavori di manutenzione straordinaria? Cosa succederebbe?
  • Quanta cassa si genera nel tempo?
  • Quanti sono i costi fissi annuali e giornalieri?
  • Cosa succederebbe se cambiassi le modalità di pagamento con i tuoi fornitori che impatto avrebbe negli indici di rotazione e sul cash flow?
  • Sai determinare il punto di pareggio dopo avere fatto una serie di considerazioni future, per capire da che punto inizi a guadagnare o per fare certe valutazioni strategiche?
  • Quale PFN è meglio utilizzare per i nostri finanziatori?
  • Ci sono costi, rimanenze, poste contabili esagerate?

Insomma le domande possono essere infinite per chi vuole andare a fondo nell’analisi ed essere scrupoloso ipotizzando diversi scenari.

Assetti societari come garanzia patrimoniale e finanziaria.

Occorre un forte cambiamento culturale, specialmente nelle nostre piccole e medie imprese, che hanno dato negli ultimi anni prova di indiscussa capacità e genialità produttiva e resilienza, ma hanno ancora oggi una scarsa propensione all’organizzazione e alla formalizzazione dei processi di gestione e alla programmazione e al controllo.

Assetti societari non solo come struttura organizzativa

Non consideriamo gli assetti societari solo come struttura organizzativa gerarchica fatta di incarichi e mansioni del personale all’interno dell’azienda, ma consideriamo anche negli assetti societari tutto ciò che permette all’azienda di strutturarsi in maniera intelligente, per garantire una certa continuità aziendale nel tempo che necessita di progresso per migliorare la qualità aziendale e il benessere sociale.

Il mio ruolo di “aiutante” aziendale è di supporto a tutte queste aziende che credono nel controllo e nella strategia e vogliono investire e aumentare la propria consapevolezza, investire sulla reale propensione alla crescita, sapendo guidare la “macchina” con i giusti assetti: la giusta formazione, la giusta organizzazione, le misure necessarie per prevenire ed evitare certi incidenti di percorso, sapendo quale strada prendere in funzione del tempo disponibile.

Ci sono momenti in cui è necessario andare con i piedi di piombo e frenare, ci sono momenti in cui è necessario prendere qualche rischio e osare, ci sono momenti di tranquillità che permettono di innovarsi in tutta calma e di spingere l’acceleratore.

Non puoi capire in quale momento ti trovi, se non attui un controllo analitico nell’azienda, se non conosci gli indici di bilancio e gli indicatori di performance aziendali per misurare reddittività, efficienza, esposizione finanziaria e confrontarti con altri del tuo stesso settore.

Non è più permesso navigare a vista, senza budget di previsione (specialmente se lavori con le banche).

Allo stato attuale un’azienda per essere finanziabile e per potere acquisire risorse necessarie per innovarsi e crescere ha bisogno di presentarsi in un certo modo, deve avere una certa preparazione per essere considerata “performing” e finanziabile.

Anche le banche hanno parametri di giudizio differenti ma l’azienda deve comunque avere dei requisiti base per offrire le garanzie necessarie agli stakeholders, che sono sempre più restrittive per via di certe direttive bancarie centrali a loro imposte.

Questo si traduce in concreto nell’attuare certi assetti societari organizzativi, amministrativi contabili che prevedono di guardare non solo al passato, al presente ma soprattutto al futuro per garantire la continuità aziendale.

Vediamola come un’opportunità e non come il solito adempimento burocratico.

Se sei ancora qua ti ringrazio, spero di avere aumentato la tua consapevolezza sul tema dell’analisi aziendale.

Sono disponibile ad aiutare imprenditori, ad affiancare revisori contabili e commercialisti e responsabili amministrativi nel monitoraggio aziendale, in autonomia ma pur sempre in collaborazione con gli organi competenti.

Lavorare in team funziona meglio, ognuno può fare la sua parte mettendoci esperienza e competenze richieste; c’è bisogno di creare una buona armonia di squadra per impostare un buon assetto societario.

Richiedi una consulenza specializzata, alla fine mi ringrazierai.

https://www.consiglioweb.com/wp-content/uploads/2024/04/assetti-societari-1024x682.jpghttps://www.consiglioweb.com/wp-content/uploads/2024/04/assetti-societari-100x100.jpgMilena Martinatoconsulenza aziendaleanalisi di bilancio,crisi aziendaleAssetti societari: adeguati assetti e responsabilità Parliamo di assetti societari e assetti per prevenire la crisi d'Impresa e insolvenza 'l'imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione...ConsiglioWeb - consigli web - consulenza aziendale - consulenza analisi indici di bilancio - consulenza contabile - consulenza strategica  - strategia web marketing a 360° - posizionamento SEO internazionale - protezione dati GDPR